Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

 Criteri generali per la determinazione di compensi finalizzati alla valorizzazione del docente


Visto l’art.1 commi da 126 a 130, Legge 107/2015
Visti gli articoli 26 e 27 del CCNL
Visto il Codice deontologico dei pubblici dipendenti
Considerate le specifiche caratteristiche organizzative dell’Istituto


Vengono elaborati i seguenti criteri generali per la valorizzazione della funzione docente alla luce del dettato normativo, dell’OF, del PdM e del PTOF di Istituto.
La valorizzazione delle professionalità presenti nell’Istituto Comprensivo di Bariano deve ancorarsi:

  •  al principio di ottimizzazione delle risorse professionali e organizzative che contribuiscono al piano di sviluppo/miglioramento dell’offerta formativa;
  • alla positiva ricaduta in Istituto delle pratiche professionali
  • all’impegno a mettere a disposizione le proprie competenze per il successo complessivo del
    sistema;
  • all’avere agito in sinergia col PTOF, all’innovazione, alle relazioni positive nei vari ambiti
    scolastici.
  • alla presenza di prove documentali degli esiti positivi delle azioni premianti
  • alla valorizzazione di non più del 30% dell’organico
  • al riconoscimento in percentuale rispetto al tempo di servizio (es. part-time, scavalco) 

 

I prerequisiti per la valorizzazione del ruolo docente sono individuati nei seguenti:

  • ASSENZA DI AZIONI DISCIPLINARI CON SANZIONI EROGATE NEL CORSO DELL’A.S. DI RIFERIMENTO
  • SUPERAMENTO DELL’ANNO DI PROVA PER I DOCENTI NEO ASSUNTI.


La premialità viene individuata nella applicabilità di almeno 2 dei tre ambiti previsti dalla normativa vigente (LEGGE 107/15: PROFESSIONALITA’ DOCENTE – INNOVAZIONE METODOLOGICA/DIDATTICA E PROGETTAZIONE–ORGANIZZAZIONE E FORMAZIONE).


Per la valutazione della premialità verranno rilevati gli indicatori positivi tra quelli previsti dal comitato di valutazione.
Si ritiene pertanto necessaria, la raccolta degli elementi valutativi, alla luce dei criteri declinati in indicatori, attraverso una scheda /format condivisa, la cui compilazione viene (previo comunicato specifico del DS) richiesta direttamente ai singoli docenti, sulla base di una libera scelta, al fine di AGGIORNARE anno per anno il proprio status rispetto al merito. Ciò comporta la precisazione ai docenti del fatto che tutte le dichiarazioni devono essere documentabili/verificabili; tali dichiarazioni non escludono, anzi casomai indirizzano, il controllo del DS, cui spetta l’attribuzione del bonus alla luce di criteri stabiliti dal Comitato; 

Al fine di mappare realmente l’applicabilità degli indicatori, i docenti compileranno, a seguito di comunicazione interna del Dirigente Scolastico che ne fisserà la scadenza, una
scheda appositamente predisposta.

Si allega:

-stralcio contrattazione d'Istituto per l'attribuzione del merito

-Regolamento del comitato di Valutazione

-Comitato di Valutazione